Golden Goose Shoes Rome

It was all about a shadowy cabal who resist urges from their earth mother not to make war on their enemies. Times, Sunday Times (2016)While he blamed the press for his bad publicity, he was his own worst enemy. Times, Sunday Times (2016)He also carries a knife, which he suggests is for doing unspeakable things to his enemies once dead.

Times, Sunday Times (2012)Take the chops from the pan and put them in a shallow roasting tin. Times, Sunday Times (2010)Transfer the sauce to a deep roasting dish and scatter over the peppers. The Sun (2016)So pity one poor hopeful whose lousy lemon curd gets him a roasting.

Poetry is one of the arts of words. I was very interested in Martin Espada’s work. I was sorry, however, at the kind of stereotyping of non Hispanics in the same way that Hispanics are stereotyped. Erano soltanto in tre sul palco del Gruvillage alle Gru di Grugliasco, compreso un giovanotto mai visto prima che ha scandito i ritmi con il synth senza inquinare la magia della musica di Joan, anzi, arricchendola di una patina quasi retrofuturista ma non pacchiana. Alla batteria poi c l sodale Parker Kindred, una garanzia. Ancora una volta una bella prova, calda e sensuale, per quanto si sia rimaterializzato lo spettro di un gerarchia alla rovescia con la band ad aprire in tempi strettissimi per lo show degli Ok Go, davanti ad un pubblico di adolescenti scalpitanti.

Tempo di bilanci. Il romanzo più bello che ho letto quest’anno è Avventure della ragazza cattiva di Mario Vargas Llosa, il saggio più stuzzicante i Vangeli per guarire di Alexander Jodorowski, il saggio più utile La democrazia che non c’è di Paul Ginsborg, il giallo che m’è piaciuto di più è il malinconico La vampa d’agosto di Camilleri, il disco che ho ascoltato di più è una tripla antologia di Roberto Vecchioni, il disco migliore che ho comprato è Other people’s lives di Ray Davies, il disco più mastodontico è l’opera omnia di Mozart (170 cd) a 99 euro, il concerto più emozionante Bruce Springsteen and the Pete Seeger Session, il telefilm che m’ha elettrizzato Lost, invece film ne ho visti pochissimi, il maggior sollievo quando nella lunga notte tra il 10 e l’11 aprile ho finalmente saputo chi aveva vinto, la canzone che mi sono canticchiato di più Hey ho dei Red Hot Chili Peppers, la soddisfazione più grande la lettera di un ragazzino che mi raccontava che con i miei libri ha scoperto che gli piace leggere, il momento più brutto quando a mio papà è venuto un infarto, il più bello quando (dopo l’operazione al cuore e i quattro by pass) è tornato a casa. Io (ma anche i familiari di Welby) l’avevamo presa come una specie di tradimento della volontà del malato.

Lascia un commento